Chievo

Da Chievo a Boscomantico

Curiosa Natura Attività, bio-osservazione, Trekking, Verona Leave a Comment

8 km – 2h 26m – 88 m

Rilassante passeggiata su percorso pianeggiante di circa 8 km, facile e adatta a tutti.

Partendo dalla piazza del quartiere Chievo di Verona, lasciamo la diga con le anatre e i cigni alla nostra destra e affrontiamo la breve salita che ci porterà alla località La Sorte. Alla prima svolta a destra, scendiamo verso l’Adige e proseguiamo godendoci il tratto di sentiero sull’argine del fiume.

Da qui proseguiamo verso Boscomantico, passando davanti al nuovo Parco Ottocento e sotto il ponte della ferrovia.

Arrivati ai cancelli dell’area aeroportuale, torniamo sui nostri passi ma, arrivati alla ferrovia, svoltiamo a destra per Via Boscomantico.

Poco più avanti, troviamo il cenotafio (letteralmente una “tomba vuota”, commemorativa) del grande artista Umberto Boccioni, l’autorevole esponente del Futurismo che proprio qui il 16 agosto 1916 ha subito una rovinosa caduta da cavallo che ne ha causato la morte. In occasione del centenario della sua morte la lapide iniziale è stata restaurata e integrata da due stele riproducenti le famose opere di Boccioni: “Combattente con lancia” e “Forme uniche della continuità nello spazio”, quest’ultima celeberrima per essere stata riprodotta sulla versione italiana della moneta da 20 centesimi di Euro); ricordiamo inoltre che a lui è co-dedicato il Liceo Artistico di Verona.

Dopo la breve sosta, proseguiamo verso il forte asburgico (Forte Chievo) ancora in perfetto stato di conservazione e sede di alcune Associazioni veronesi.

Poco più avanti, in località Le Bionde, prendiamo il sottopasso per attraversare nuovamente la ferrovia e trovarci a costeggiare il bellissimo parco di Villa Pellegrini Marioni Pullè, magnifica e oramai decadente (a causa di spoliazione e vandalismo) residenza in stile neoclassico del XVIII secolo, per tornare in breve tempo al punto di partenza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.